IN EVIDENZA

Il Premio GammaDonna 2020 si trasforma in format TV: scopri le finaliste!

Dall’industria del ferro al coding, passando per le nanotecnologie, le piattaforme per la vendita online e lo smaltimento ecologico dei rifiuti.

Dall’industria del ferro al coding, passando per le nanotecnologie, le piattaforme per la vendita online e lo smaltimento ecologico dei rifiuti. Questi i settori in cui operano le 5 protagoniste della 12a edizione del Premio GammaDonna dedicato all’imprenditoria femminile innovativa che, per la prima volta, debutterà in televisione il 3 novembre, alle 21, sui canali di QVC Italia. Saranno assegnati anche il QVC Next Award e il Giuliana Bertin Communication Award.

Solo una di loro si aggiudicherà però il riconoscimento che, dal 2004, GammaDonna assegna alle realtà più rappresentative della vitalità imprenditoriale del Paese, affinché siano di esempio e ispirazione per altre imprenditrici e giovani imprenditori.

Le finaliste scelte dalla Giuria 2020

  • Marta Bonaconsa, Nanomnia. La profonda competenza nell’ambito delle nanotecnologie, la capacità di costruire una squadra coesa e uno spiccato spirito imprenditoriale. Nanomnia è la prima startup innovativa biotech che offre servizio di incapsulamento organico di composti attivi, per trattamenti mirati all’interno dei tessuti cellulari. Fondata da Marta Bonaconsa, Michele Bovi e Pietro Vaccari, Nanomnia ha sviluppato un processo nanotecnologico d’avanguardia che migliora l’azione di farmaci, agrofarmaci, cosmetici e nutraceutici, in un processo totalmente sostenibile e microplastic-free.

 

  • Miriam Gualini, Gualini Lamiere International S.P.A. Determinazione, continuità e innovazione tecnologica: le parole d’ordine della lady di ferro bergamasca alla guida dell’azienda scelta da Renzo Piano per il nuovo Ponte Morandi. Da oltre 60 anni, Gualini è specializzata nella lavorazione della lamiera e da quasi 30 è guidata da una donna che ha saputo vincere i pregiudizi di un intero comparto industriale e, soprattutto, della sua famiglia. In anni di duro lavoro nel ruolo di AD, Miriam Gualini è riuscita a internazionalizzare l’azienda (aprendo una filiale in Germania), a raddoppiare il proprio stabilimento produttivo e il numero dei dipendenti, puntando (e investendo) sull’innovazione di processo e di prodotto, con una focalizzazione particolare ai progetti con ricadute sulla sostenibilità ambientale (pali eolici, strutture di forni elettrici per acciaierie e di impianti di cogenerazione).

 

  • Lella Miccolis, Progeva. Un’imprenditrice di prima generazione che ha investito in un settore difficile, quasi a esclusivo appannaggio maschile, in un territorio a volte scoraggiante per chi vuole fare impresa. Vincendo la sfida. Progeva si occupa di compostaggio, cioè del recupero degli scarti organici attraverso la loro trasformazione in un fertilizzante organico chiamato compost. La mission di Lella Miccolis è reinserire nel ciclo vitale della natura le matrici organiche rinnovabili di tipo vegetale e animale nel pieno rispetto dell’ambiente e delle normative che ne regolano la gestione.

 

  • Chiara Russo, Codemotion. Codice, emozione, capacità di ascolto: “Ho sempre creduto che gli sviluppatori potessero contribuire alla creazione di un futuro migliore.” Codemotion nasce nel 2013, dal profondo desiderio di Chiara Russo e Mara Marzocchi di dar vita a una grande tech community di programmatori in grado di accelerare l’innovazione in Italia e nel mondo. Codemotion è una multichannel platform che mette in contatto sviluppatori, professionisti IT e aziende, uno spazio condiviso dedicato agli sviluppatori.

 

  • Ilaria Tiezzi, BrandOn Group. Una chiara visione delle potenzialità del digitale applicate al business, la continua volontà di ottimizzazione dei processi, una grande attenzione alle pari opportunità e alla valorizzazione del merito: Un catalogo di oltre 2 milioni di referenze su oltre 50 piattaforme di e-commerce in 35 Paesi. Da €4,8m di fatturato nel 2017 a €20,8m nel 2019 e oltre €30m previsti per il 2020. Questi sono i numeri di BrandOn Group, la scaleUp innovativa italiana specializzata nella vendita di prodotti e brand di gruppi italiani ed europei sulle principali piattaforme di e-commerce internazionali, fondata nel 2012 da Paola Marzario e, da fine 2018, guidata da Ilaria Tiezzi, in qualità di CEO.

Dove e quando seguire il Premio GammaDonna 2020

La Première dello Speciale TV – condotta negli studi di QVC Italia dal giornalista Giampaolo Colletti, con la regia di Alessandro Rocca – sarà trasmessa il 3 novembre alle 21.00 in simulcast sui canali social QVC (pagina facebook e profilo instagram ) e GammaDonna (pagina Facebook ), e in differita sui canali televisivi QVC 32 del DT e 475 di Sky.

ARTICOLI CONSIGLIATI

RASSEGNA STAMPA

Le Ragazze più smart

Le Ragazze più smart

ProntoPro chiude un round da 6 milioni di euro

ProntoPro chiude un round da 6 milioni di euro

GAMMADONNA
Iscrizione newsletter

Resta aggiornato su news e prossimi eventi.

Iscrivendomi alla Newsletter acconsento al trattamento dei miei dati personali da parte del proprietario di questo sito Web. Prima di sottoscrivere leggi la nostra politica sulla privacy disponibile qui.